giovedì 17 marzo 2016

Recensione | Il Primo Amore Sei Tu - Stephanie Perkins

BUON POMERIGGIO, LETTORI!
Vi lascio questo post prima di scappare al lavoro. Sono mesi che lo tengo a marcire nelle bozze (ricordate il periodo del preparo le recensioni in anticipo? Ecco che fine fanno) e me ne sono ricordata solo adesso. Viva me.
Quindi, beccatevi questa recensione un po' fuori stagione e perdonate la frequenza saltuaria su questi lidi. Vorrei avere giornate di 57 ore (in modo da passarne 50 a dormire e 7 a rendermi utile alla collettività), ma mi dicono che no, mi devo fregare.
Peccato.

Il primo amore sei tu
STEPHANIE PERKINS 

Anna and the french kiss #2


 De Agostini ▲ Rilegato 416 pagine ▲ 14,90 € 

TRAMA: « Lola ha diciassette anni, un gusto un po' stravagante per la moda, e tre piccoli, piccolissimi desideri. Primo andare al ballo della scuola vestita da Maria Antonietta. Secondo convincere i genitori che Max è il fidanzato migliore del mondo. Terzo non rivedere più Cricket Bell. Mai più. A volte però il destino gioca brutti scherzi e la famiglia Bell al completo si trasferisce nella casa proprio di fronte a quella di Lola. All'improvviso la ragazza sente il mondo crollarle addosso. Per due anni ha faticosamente tentato di dimenticare Cricket, e ora tutti i suoi sforzi sembrano vanificati. Cricket è di nuovo lì, davanti ai suoi occhi, e con lui il ricordo di ciò che è stato e di quell'ultima giornata insieme... Lola è sicura di aver voltato pagina con Max e di non provare più niente per Cricket. Ma allora perché sente il cuore batterle all'impazzata ogni volta che lo incontra? Forse perché il primo amore non si scorda mai? »




Sulla scia di Anna and the French Kiss e approfittando di un ordine su Amazon che non aveva raggiunto i 19€ (in seguito largamente superati, ma questa è un'altra storia), mi sono portata a casa le altre due companion novels della Perkins: LOLA AND THE BOY NEXT DOOR (Il primo amore sei tu, per intenderci) e ISLA AND THE HAPPILY EVER AFTER, ancora inedito in Italia. Li ho sistemati sui miei scaffali, in attesa di una situazione che richiedesse una lettura dolce e poco impegnativa, immaginando che avrei incontrato le stesse atmosfere che mi avevano fatto trovare Anna così godibile.
Ho dovuto aspettare un po' e così, il mese scorso, mi sono rintanata sotto al mio solito plaid e mi sono fiondata nella lettura della storia di Lola.

A differenza di Anna, che è una ragazza piuttosto ordinaria, Lola è un personaggio fuori dagli schemi. Estrosa, irriverente, con una passione per il cucito e una collezione di parrucche che la aiuta ad essere una persona diversa ogni giorno. E non parliamo per astratto, ma nel vero senso della parola: Lola sente il bisogno di cambiare, perché "la vita è troppo breve per essere la stessa persona ogni giorno".
Nonostante gli altri, molto spesso, se ne escano con commenti infelici riguardo al suo modo di essere, Lola continua per la sua strada, a testa alta e con il coraggio di accettarsi per quello che è. Ha un ragazzo, Max, con cui le cose sembrano procedere a gonfie vele, nonostante la differenza di età e la disapprovazioni dei due padri di Lola.
Le cose cambiano quando la famiglia Bell si trasferisce di nuovo nella casa accanto, portando con sé vecchi rancori e, soprattutto, Cricket, il primo amore di Lola, che le aveva spezzato il cuore tre anni prima.

Ancora una volta, la Perkins ha dato vita ad una storia lineare, priva di colpi di scena, con la sua buona dose di cliché del genere. Che, però, funziona.
Lola segue la strada del suo predecessore e dimostra la capacità dell'autrice di tirare fuori un qualcosa di carino da una base ormai trita e ritrita. Ho trovato i personaggi principali davvero ben riusciti, soprattutto perché sono stati in grado di non darmi sui nervi (il che per me è difficile, perché il 98% dei personaggi degli YA mi dà sui nervi per un qualche motivo). 
Credo che, in particolare, la Perkins abbia la capacità di tratteggiare per bene i personaggi maschili. Le sue protagoniste, invece, indugiano troppo in paturnie inutili e scontate, che rischiano di provocare il famoso tic all'occhio nei lettori meno pazienti (*alza la mano e la sventola*), ma che possono essere giustificate con il fattore adolescenza.
Siamo sinceri, chi di noi dai 13 ai 18 anni non è stato creatore di seghe mentali indiscusse? Io potrei riempirci un'enciclopedia, con le mie.

Tirando le somme, devo ammettere che la storia di Lola mi è sembrata un pizzico più immatura rispetto a quella di Anna. Non so se questo sia dovuto al fatto che sono state lette in due momenti diversi o se si tratta semplicemente di gusti personali, fatto sta che non ho trovato ne IL PRIMO AMORE SEI TU quello che mi aveva spinto ad acquistare lui e il suo terzo companion in blocco.
Mi è piaciuto, sì, e l'ho trovato adorabile, ma non abbastanza.
Ve lo consiglio comunque, perché è una lettura senza troppe pretese che, però, è in grado di intrattenere senza svarioni esagerati.

Come al solito, ora tocca a voi dirmi cosa ne pensate!
Un bacio!

6 commenti:

  1. Grazie a te, questa serie continua a rientrare nel mio radar. Da un lato lo so che non è esattamente il caso che la cominci, ma dall'altro... un'autrice che riesce a catturare quello stato di seghe mentali e confusione totale che abbiamo da adolescenti non mi dispiace (vedi Tiger Lily, che ho amato tantissimo proprio perchè l'autrice ha chiaramente descritto il primo amore e non il vero amore).

    RispondiElimina
  2. E' nella mia wishlist da mooolto tempo, ma non riesco a decidermi ad acquistarlo! C'è sempre un libro nuovo, accipicchia!! Ahah. In verità i libri adolescenziali mi fermano sempre un po', sebbene io ne legga moltissimi. Non tutti gli autori riescono a catturare il cuore del lettore. Ti mnado un abbraccio gigante.
    by Roby

    RispondiElimina
  3. Aveva attirato la mia curiosità quando è uscito e devo ammettere che come te l'avevo dimenticato. Grazie per aver spolverato il ricordo ;-)
    Ti invito a passare da me per un giochino che ti farà vincere fino a tre cartacei. Passa se ti va!
    http://ilcuoreinunlibro.blogspot.it/2016/03/vecchio-amico-3-libri-senza-tempo_4.html

    RispondiElimina
  4. Ciao! Io avevo trovato questo libro molto irritante. La storia era carina e Lola e Cricket mi sono piaciuti ma un sacco di cose mi hanno irritato parecchio. Però sono contenta che a te sia piaciuto :)

    RispondiElimina
  5. Cavolo, io devo ancora leggere il primo :(

    RispondiElimina
  6. Lo avevo trovato molto grazioso ^^

    RispondiElimina